Jun 242012
 

La vetrina dell’Adidas Eurocamp non è esclusiva per i giocatori in dirittura d’arrivo verso la Nba, ma anche per dei giocatori che probabilmente affronteranno l’avventura del Draft nei prossimi anni o che oppure cercano visibilità nell’Europa che conta.

I nomi di seguito sono coloro che hanno mostrato le migliori cose e che sembrano i più adatti per pensare ad un futuro in grande.

 


Oleksandr Lypovyy (SG, 1991, Ucraina, 198 cm, BC Donetsk)

Meritatamente premiato con il premio di miglior giocatore dell’evento, l’ucraino del BC Donetsk ha fatto vedere una grande versatilità sui due lati del campo con incredibile continuità, trovando sempre un modo per elevarsi agli occhi dei presenti.

Lypovyy ha delle lunghe braccia con cui si aiuta sul palleggio, mantenendolo sempre basso e forte, e in difesa, evitando facili ricezioni all’avversario che combinata alla grande tenacia e all’aggressività nella proprio metà campo ne fa un difensore potenzialmente intrigante.

Merita più spazio nella sua squadre e questo potrebbe essere l’anno giusto, visto che ha sviluppato anche un buon gioco da PG che potrebbe essergli utilissimo per il futuro, che al momento sembra limitato al territorio europeo.

 

Continue reading »

May 212012
 

Altezza: 198 cm
Peso: 86 kg
Ruolo: SG
Nazionalità: Francese
Squadra: Union Poitiers Basket 86
Data di nascita: 29/10/1992
Best case scenario: Marco Belinelli
Worst case scenario: Zoran Planinic

 

Pro

  • Alto e robusto per il ruolo anche a livello NBA
  • Primo passo fulmineo che gli permette di battere agevolmente gli avversari diretti a medio livello europeo
  • Ha ottimi istinti per il gioco, sa segnare in molti modi diversi anche se predilige attaccare il canestro per soluzioni nel pitturato
  • Il fisico ben strutturato gli permette di reggere bene i contatti, anche grazie ad un ottimo controllo del corpo
  • Buoni istinti come passatore, meno come letture a tuttotondo
  • Grande mobilità e continua ricerca di spaziature ottimali per raggiungere il canestro
  • Grande maturità per un ragazzo di 19 anni, pare essere dotato di grande etica lavorativa e volontà di migliorarsi

Contro

  • Atletismo sotto gli standard NBA, gioca spesso sotto il livello dell’anello quando attacca il canestro
  • Pur avendo un ottimo primo passo la velocità di piedi è piuttosto limitata e ciò potrebbe renderlo vittima sacrificale di isolamenti al piano di sopra
  • Tiratore da 3 mediocre, sia come percentuali che come meccanica, deve dare consistenza a questo fondamentale per diventare un attaccante più completo
  • Pur possedendo buoni istinti come passatore, deve migliorare nelle letture e nel playmaking, per garantire maggiore spessore al suo gioco

 

Continue reading »