Jun 072012
 

Altezza: 211 cm
Peso: 116 kg
Ruolo: C
College: Vanderbilt
Classe: Senior
Data di Nascita: 21/10/1989
Best Case Scenario: Samuel Dalembert
Worst Case Scenario: Adonal Foyle

 

Pro:

  • Centro verticale dal fisico già ben scolpito, pronto per il piano di sopra
  • Oltre ad avere una buona struttura muscolare ha forza e braccia lunghe (7’4” wingspan), combinazione intrigante per uno col suo atletismo
  • Buon difensore in aiuto, bravo a recuperare la posizione dal lato debole e presenza scomoda per gli avversari per le doti di intimidatore
  • Sa come rendersi utile sul pick&roll riconoscendo gli spazi dove tagliare mostrando di essere un buon ricevitore verso il canestro
  • Senso della palla ed istinti lo rendono pericoloso a rimbalzo offensivo

 

Contro:

  • In attacco ha fatto buoni miglioramenti nei 4 anni a Vanderbilt, ma rimane ancora grezzo, con movimenti limitati e non ha tocco, soprattutto frontalmente
  • Sgraziato e con poco controllo del corpo, foul-prone
  • QI cestistico piuttosto basso, non riesce a controllare al meglio il suo gioco e come gestire energie
  • A rimbalzo difensivo fa fatica a prendere posizione e non usa al meglio l’esplosività di cui dispone
  • Mobilità di piedi da velocizzare, può trovarsi in grossa difficoltà con giocatori più rapidi, anche spalle a canestro

 

Continue reading »

May 122012
 

Altezza: 208 cm
Peso: 97 kg
Ruolo: PF
College: North Carolina
Classe: Junior
Data Nascita: 28/12/1990
Best Case Scenario: Samuel Dalembert
Worst Case Scenario: Brendan Wright

 

Pro:

  • Atletismo sopra la media, un corpo che sembra fatto apposta per volare a canestro, con un’apertura di braccia interminabile.
  • Non solo verticale, ma anche orizzontale: sa correre benissimo in campo aperto ed è agile anche negli spostamenti laterali, il che lo rende potenzialmente anche un ottimo difensore su più ruoli, oltre che un gran stoppatore.
  • Bravo a farsi trovare in situazioni dinamiche e sugli scarichi degli esterni.
  • Discreto passatore dal post alto.
  • Complessivamente una mano più che discreta: buon tocco nei pressi del canestro, dove sa concludere utilizzando anche il tabellone, il jump-shot è ancora un po’ lento ma tutt’altro che brutto o inefficace.
  • Pare abbia buona etica lavorativa, sempre un felice punto di partenza.

Contro:

  • Fisicamente è ancora troppo esile, sia per avere un impatto come lungo e forse anche per fare il 3 in NBA. Dovrà lavorare sul proprio corpo, acquisendo potenza ma senza perdere agilità.
  • Per giocare stabilmente da ala piccola manca di un tiro da tre affidabile e di un mid-range game con letture da esterno.
  • Migliorabile anche il ball-handling, pur se a quell’altezza se la cava già abbastanza bene, per diventare in grado di costruirsi con sicurezza il proprio tiro.
  • E’ un tweener con ottime basi per svilupparsi sia come 3 che come 4, ma al momento con lacune che gli impediscono di giocare stabilmente nell’uno o nell’altro ruolo.

 

Continue reading »