Mar 212013
 
Victor Oladipo, uno dei protagonisti di questa March Madness

Victor Oladipo, uno dei protagonisti di questa March Madness

La March Madness ovviamente va a braccetto con i discorsi sul prossimo NBA Draft, visto che i maggiori prospetti della nazione verranno sdoganati a livello non solo nazionale, ma internazionale. Ed è proprio per questo che le prestazioni da qui al prossimo 8 aprile avranno un valore doppio.

Noi vi indichiamo i 20 prospetti più interessanti da seguire, suddivisi per Regions, e quali sono le loro aspettative in vista di giugno.

 

MIDWEST REGION

Gorgui Dieng (C – Louisville) – Il suo nome gira dallo scorso anno, quando fu protagonista della grande cavalcata dei Cardinals fino alla Final Four. Quest’anno diventa un prospetto per il draft automaticamente, ha già 23 anni e nonostante sia grezzissimo in attacco, in difesa può essere un fattore. Caccia al primo giro.

Marcus Smart (PG – Oklahoma State) – Freshman dell’anno, maturità incredibile per un ragazzo di appena 19 anni ed una combinazione fisico-mentale che fa impazzire gli scout del piano di sopra. E’ già una top5 sicura per il prossimo draft, ma un buon Torneo potrebbe inserirlo definitivamente tra i papabili per la numero 1.

LeBryan Nash (SF – Oklahoma State) – Eterno incompiuto, fisico Nba-ready muscoloso, potenziale per essere una scelta da lottery (e oltre) ma testa che viaggia a modo suo, troppo discontinuo e si porta dietro un ego gigantesco. Un Torneo fatto bene potrebbe rilanciarlo ai piedi della lottery, ma il profilo è già quello usato in passato con Lance Stephenson.

Doug McDermott (F – Creighton) – Amatissimo dagli appassionati per la sua incredibile versatilità offensiva, la capacità di far canestro in ogni modo possibile in un fisico normale. Ecco, il fisico normale è un problema per la Nba, così come lo è il fatto che Creighton giochi esclusivamente per lui e che a volte si prenda spazi non suoi. Qui lo può fare, in Nba no, ed è per questo che anche lui si gioca una scelta al primo giro.

Mason Plumlee (FC – Duke) – Il sentimento di odio/amore da parte dei tifosi Blue Devils spiega bene uno dei suoi principali difetti: gioca bene quando la squadra gira, buca le partite quando ci si aspetta qualcosa di più. E per Duke, squadra che vive e muore con il tiro da 3, il suo contributo offensivo interno è fondamentale per avanzare nel Torneo. E il draft-stock è molto sensibile a questo tipo di partite per questi tipi di giocatore.

 

Continue reading »

Nov 242012
 
  • Marcus Smart, capofila tra i freshman finora

    Dopo la Tip-Off Marathon della prima settimana, gli appuntamenti immancabili della seconda non possono che essere i vari tornei di inizio stagione che mettono fin da subito la competizione a livelli abbastanza alti, inglobando alcuni tra i possibili protagonisti della stagione.

 

  • Quello più atteso è senz’altro il Maui Invitational, anche stavolta luogo di belle partite ed avvenimenti singolari, come può essere un upset di un college di Division II, Chaminade, su Texas (brutto periodo per le squadre dello stato della stella solitaria contro i college minori), o come Butler, che in due giorni batte Marquette e North Carolina dimostrandosi una vera bestia evitare quando c’è di mezzo un bracket.
    Alla fine non sono riusciti a vincere neanche questa finale, battuti da Illinois e da un Brandon Paul partito fortissimo in queste prime gare, ma soprattutto il nuovo coach John Groce sembra aver dato un’altra vita ad una squadra che veniva da un’annata pessima sotto tanti punti di vista.

 

  • Altro torneo di rilievo che ha dato buoni spunti per valutare due squadre sotto i riflettori è stato il Puerto Rico Tip-Off che in finale ha visto confrontarsi la nuova favorita della ACC secondo gli esperti, North Carolina State, contro la giovane e imprevedibile Oklahoma State che un po’ a sorpresa ha riportato a casa torneo e partita.
    Gli Wolfpack sono sembrati ancora molto poco inseriti nei meccanismi di squadra, in principal modo CJ Leslie, il vero ago della bilancia della stagione, apparso spaesato e tutt’altro deciso nel modo di stare in campo, e questo non può che essere un campanello d’allarme per Gottfried, che anche nella notte precedente se l’è vista brutta contro una squadra mediocre come UNC-Asheville.
    D’altro canto i Cowboys sono una formazione veramente interessante, Marcus Smart è molto più pronto di quello che si pensava, tanto che per il premio di freshman dell’anno si parte da lui in attesa che Noel e Muhammad facciano vedere la loro vera pasta.

 

Continue reading »

Oct 302012
 

Può essere la stagione di LeBryan Nash dopo un primo anno di alti e bassi?

La Big 12 è un’altra conference alla ricerca di una dimensione nuova, dopo che negli ultimi anni ci sono stati diversi cambi tra i suoi membri (fuori prima Colorado e Nebraska, poi Missouri e Texas A&M, dentro TCU e West Virginia), lasciando la conference a “soli” 10 membri.

A livello organizzativo ciò comporta che quest’anno si giocherà (per la prima volta dopo tanto tempo) un girone “all’italiana” di andata e ritorno tra tutti i partecipanti per giungere alla quota fatidica di 18 partite giocate.

Sul campo sarà la solita lotta del tutti contro Kansas: i Jayhawks hanno vinto la regular season (da soli o a pari merito) in ogni stagione dal 2005 ed il torneo in 5 delle ultime 7 edizioni ed anche quest’anno puntano a fare la voce grosse.

Dietro c’è un gruppo di squadre interessanti che devono però provare di essere in grado di reggere la pressione e di poter portare alto il nome della conference anche al torneo.

 

D’gy Preseason POY: Le’Bryan Nash (F, Oklahoma State)

D’gy Preseason DPOY: Jeff Withey (C, Kansas)

D’gy Preseason ROY: Marcus Smart (G, Oklahoma State)

D’gy Preseason 1st team: Pierre Jackson (G, Baylor), Rodney McGruder (G, Kansas State), Le’Bryan Nash (F, Oklahoma State), Isaiah Austin (F/C, Baylor) Jeff Withey (C, Kansas)

D’gy Preseason 2nd team: Myck Kabongo (G, Texas), Marcus Smart (G, Oklahoma State), Travis Releford (F, Kansas), Jordan Tolbert (F, Texas Tech), Aaric Murray (F, West Virginia)

D’gy Preseason 3rd team: Eliajh Johnson (G, Kansas), Steven Pledger (G, Oklahoma), Ben McLemore (G/F, Kansas), Deniz Kilicli (F, West Virginia), Jordan Henriquez (F/C, Kansas State)

Continue reading »