Dec 182012
 
La grinta di Elias Harris, finalmente all'altezza delle previsioni

La grinta di Elias Harris, finalmente all’altezza delle previsioni

Thumbs Up: SYRACUSE

Del gruppo delle imbattute che aprono il ranking di questa settimana probabilmente Syracuse ha il calendario più agevole, considerando che la squadra più difficile da affrontare (San Diego State) l’ha trovata alla prima partita stagionale.

Ciononostante, i motivi per festeggiare nella zona del Carrier Dome sono molteplici.

Non si può certo non partire dal grande risultato raggiunto da parte del coach Jim Boeheim, che con la vittoria della scorsa notte contro Detroit ha ottenuto la vittoria numero 900 della sua carriera, terzo coach a raggiungere questo traguardo dopo Mike Krzyzewski e Bob Knight e primo in assoluto nel farlo con una sola squadra, quegli Orangemen che corrispondono alla sua vita, vista la presenza prima da giocatore, poi da assistente e infine da head coach dal 1976.

La seconda nota positiva si chiama Michael Carter-Williams, giocatore che lo scorso anno lo ha passato quasi esclusivamente in panchina ma che quest’anno è l’anima della squadra. Playmaker di 2 metri abbondanti, dalle doti di passatore importanti (11 assist a partita nel momento che scriviamo), Carter-Williams è diventata immediatamente la sensation quest’anno e se ne sono accorti anche gli scout NBA, che però ora dovranno rivedere qualche comportamento rivedibile del ragazzo.

La vera stagione comincia ora, con la sfida con Temple per affilare le armi per poi prendere parte alla loro ultima rincorsa alla Big East.

 

Thumbs Down: BIG EAST

Perché ultimo torneo? Oddio, per quanto riguarda Syracuse non è certo una novità il fatto che a fine anno prenderà le sue valigie ed assieme a Pittsburgh e Notre Dame emigreranno in ACC a cui poi si aggregherà Louisville l’anno seguente.

La sorpresa è arrivata subito dopo la partenza di Cardinals, dove la Big East, orientata ad aumentare il proprio appeal con il football, si è vista lasciare a piedi anche dalle Catholic 7, ovvero le 7 scuole rimanenti che non avevano affiliazione con la palla ovale nella Conference.
Le 7 (DePaul, Georgetown, Marquette, Providence, St.John’s, Seton Hall e Villanova) non hanno preso molto bene questo cambio di rotta ed hanno deciso di “fondare” una nuova Conference che potrebbe vedere interessati atenei come Butler, Xavier, George Mason e Gonzaga, diventando fin da subito una potenza nell’ambito cestistico.

E la malinconia vaga pensando a quello che diventerà il Torneo della Big East senza le squadre sopracitate, uno dei momenti più divertenti della stagione in uno dei teatri più belli dello sport, il Madison Square Garden.

 

Continue reading »

Oct 082012
 

Peyton Siva, atteso ad una stagione da protagonista, non solo a Louisville

Partiamo con la prima puntata della nostra preview della stagione 2012/2013 con la Big East, conference che dalla prossima stagione subirà dei bruschi cambiamenti vista la partenza verso la ACC di college rilevanti quali Syracuse, Notre Dame e Pittsburgh per far spazio a Temple, Memphis, Houston, SMU e UCF. Un passo indietro come storia e prestigio.

Quest’anno quindi è tutto da goderselo, soprattutto considerando quello che succede da marzo in poi con il Tournament, sempre luogo di grandi partite ed upset.

 

D’gy Preseason POY: Peyton Siva (G, Louisville)

D’gy Preseason DPOY: Gorgui Dieng (C, Louisville)

D’gy Preseason ROY: Steven Adams (C, Pittsburgh)

D’gy Presaeson 1st team: Vincent Council (G, Providence), Peyton Siva (G, Louisville), Sean Kilkpatrick (G, Cincinnati), Otto Porter (F, Georgetown), Jack Cooley (C, Notre Dame)

D’gy Presaeson 2nd team: D’Angelo Harrison (G, St.John’s), Shabazz Napier (G, Connecticut), CJ Fair (F, Syracuse), Cleveland Melvin (F, DePaul), Gorgui Dieng (C, Louisville)

D’gy Presaeson 3rd team: Brandon Triche (G, Syracuse), Eli Carter (G, Rutgrs), Trent Lockett (GF, Marquette), Chane Benahan (F, Louisville), Steven Adams (C, Pittsburgh)

  Continue reading »

Mar 232011
 
  • Parto con una considerazione personale, futile ma necessaria: il First Round deve essere contenuto nel tabellone principale.

    Non ha senso leggere come First Round il turno preliminare e come Second la prima partita del tabellone.

    Anche gli upset prendono tutta un’altra piega.

  • Ed anche quest’anno, il Torneo resta più che indigesto alle squadre della BigEast.

    11 squadre portate alla March Madness in pompa magna, con strombazzature sul record di ogni tempi per una Conference e l’impressione che questa potesse essere la volta giusta.

    Sbagliato, ancora una volta.

    Di queste 11 infatti solo in 2 sono riuscite a superare il weekend, quella che continua il periodo di forma strepitosa, ovvero UConn, e quella ammessa con il seed più basso della Conference, Marquette.

    Nel prim… pardon, secondo turno se ne sono andate StJohn’s, Georgetown, Louisville e ovviamente Villanova, mentre nella due giorni dopo invece è stato il turno delle due capofila, la #1 Pittsburgh (2a volta consecutiva) e la #2 Notre Dame, la #3 Syracuse, West Virginia e Cincinnati. Ben 7 di queste sono state vittima di upset.

    Continue reading »