Profile: Quincy Acy

Altezza: 204 cm
Peso: 102 kg
Ruolo: PF
College: Baylor
Classe: Senior
Data di nascita: 06/10/1990
Best Case Scenario: Hakim Warrick
Worst Case Scenario: Bo Outlaw

 

Pro:

  • Ala dall’atletismo debordante, verticale, esplosivo e dotato di braccia lunghe e forti
  • Buonissimo difensore, soprattutto in aiuto dove ha grandi tempi di chiusura e per la stoppata
  • Giocatore dall’energia illimitata, sempre pronto a buttarsi a terra per un pallone o per lottare a rimbalzo
  • Totale abnegazione verso il lavoro di squadra, potrebbe farlo amare da chiunque giochi assieme a lui
  • Presente a rimbalzo dove sfrutta la grande agilità per aiutarsi con più salti prima di prendere il possesso, molto valido sui tabelloni avversari

 

Contro:

  • In attacco è ai limiti del nullo, non ha movimenti vicino a canestro né può mettere palla a terra
  • Il gioco è basato quasi totalmente da istinti, molto poco tecnico
  • La sua irrefrenabile ed incontrollabile energia lo porta molte volte ad avere problemi nella gestione dei falli
  • QI cestistico basso, non riconosce le situazioni, molto selvaggio come giocatore
  • Struttura fisica da solidificare e potenziare. E’ forte fisicamente ma potrebbe soffrire per lunghi minutaggi

 

In una squadra dove regnava l’attenzione per prospetti come Quincy Miller e Perry Jones III (e LaceDarius Dunn ed Ekpe Udoh prima) in molti si sono sempre accorti di lui. Non perché avesse chissà quale  talento ma perché la sua presenza in campo la notavi subito, grazie alla sua presenza continua nei punti focali del gioco dove, volente e nolente, lui faceva sempre capolino.

Acy è un giocatore che in questi anni a Baylor ha sempre fatto la diferenza senza tirare su grandi statistiche ma contribuendo con intangibles di importanza clamorosa per le sorti del college texano guidato da Scott Drew, ancora più dei prospettoni sopra citati.

Dotato di grande cuore all’interno del rettangolo di gioco, potrebbe anche trovare una sua dimensione anche in Nba sempre senza troppe luci addosso ma dando il solito apporto fatto di energia ed agonismo per andare a tappare le piccole falle che ci possono essere durante il gioco.

Non aspettatevi un protagonista, ma un manovale dalla grande utilità.

comments

Lorenzo Neri

Appassionato di pallacanestro fin dalla nascita (datata 1984) a causa di un gene molto comune in famiglia, viene subito influenzato da tutto ciò che riguarda le stelle e striscie, nonostante sia born&raised in Larciano, piccolo paesino tra le colline toscane addobbato da quasi 6000 anime. Scopre la Ncaa e nello stesso momento mette un grosso freno all'interno della sua vita sociale. Affascinato dal tifo collegiale, dall'amore per l'alma mater, dall'agonismo messo a disposizione sul rettangolo parquettato, segue tutto quello che riguarda il basket universitario e la crescita di prospetti per ogni tipo di manifestazione. Collabora con alcune testate all'interno del web come PlayItUsa, Sportando e BasketNet ed è presenza fissa su forum come PlayIt e Basketcafè sotto il nome di "Il Bro". Geometra come occupazione ufficiale, fotografo a tempo perso, dipendente da Twitter.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *